fbpx

Inserire dadi e calamite all’interno di una stampa 3D

Fuoco alle polveri, oggi si inizia a fare sul serio ! Vi siete sempre chiesti come fare ad inserire “oggetti” all’interno delle vostre stampe 3D ? Oggi vi spiegherò in particolare come “annegare” all’interno degli oggetti, dei dadi, delle calamite e delle sfere.




Tranquilli è più semplice di quello che credete! Pochi passaggi, semplici, e il risultato è garantito. Sbizzarritevi a creare oggetti sempre più complessi.

LINK:

Calamite: http://amzn.to/2rhBXCP
Sfere di acciaio: http://amzn.to/2qWbbwP
Editor di Gcode: https://www.sublimetext.com/

Modelli 3D degli oggetti su ONSHAPE: https://goo.gl/bQi8Al
Script per mettere in pausa: https://goo.gl/reyCWO

7 commenti su “Inserire dadi e calamite all’interno di una stampa 3D”

  1. Ciao
    mi sono avvicinato da poco alla stampa 3D,ho acquistato una jgaurora a5 con display touch dove manualmente si può mettere in pausa e fare tutte le operazioni cambio filo spostare gli assi per poi ripartire manualmente
    ho provato la a inserire nel gcode la sequenza gcode ke hai descritto ma la macchina si blocca insomma si alza si sposta ma nn c’è modo di ripartire
    uso cura ho provato tutti gli script di post processing ma niente da fare la stessa cosa si sposta ma nn c’è modo di farla ripartire
    hai qualche soluzione ? nn ne esco a capo
    grazie

  2. ciao usa questo comando dove all’altezza del layer che intendi metter in pausa la macchina:

    inserire nel g-code sotto alla stringa layer ,exmpl.:

    ;layer 10
    G90 ; Put back in absolute mode
    G1 X0 Y70 ; PArking the X & Y
    M0 Click To Restart ; Pause and wait for the user

  3. Come al solito i video tutorial del Piraz sono veramente utili. Ormai da tempo, per suo merito, inserire dadi in una stampa non è un problema. La cosa che mi è più problematica è l’inserimento delle calamite. Uso una anycubic i3 mega. Creata la sede ed inserita la calamita quando riprendo la stampa e l’estrusore si avvicina alla calamita questa è attratta da qualche parte metallica e tende a sollevarsi creando problemi allo scorrimento dell’estrusore. Ho rimediato tenendo la calamita in sede con l’uso di una stecchetta di plastica che sposto man mano che l’estrusore procede. In effetti mi pare una soluzione da troglodita della stampa 3d. Forse qualcuno ha avuto lo stesso problema ed ha trovato una soluzione migliore. A volte la risoluzione è più semplice e vicina di quanto pensiamo.
    Grazie per l’eventuale risposta e per l’ottimo lavoro di divulgazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *