fbpx

Come montare un Hotend per la stampante 3D

Se avete problemi di estrusione, molte volte è perchè si è assemblato male l’hotend della stampante.
In questo video vedremo brevemente i passaggi FONDAMENTALI da compiere per evitare:

– Mancate estrusioni
– Fuoriuscite di materiale dall’ugello
– Rigonfiamenti del materiale nel canale della heat barrier

Pochi passaggi, molto semplici ma assai importanti per evitare fastidiosi grattacapi!

L’hotend del video lo potrete trovate qui:

– E3DV6 : https://amzn.to/2DPKMrM
– Gole e Ugelli: https://amzn.to/2DSFJqk

La guida è valida sia per gli E3D originali così come per tutti i cloni presenti sulle varie Prusa I3, Creality CR10 o Anet.

 

5 commenti su “Come montare un Hotend per la stampante 3D”

  1. Ciao Piraz, vorrei approfondire con te un argomento che accenni in questo video: i diversi tipi di gole.
    Come tu hai detto ci sono 3 tipi di gole “standard” per hotend:
    – Le gole all-metal (adatti per materiali con temperatura di estrusione elevata, sopra i 250° circa),
    – Le gole che hanno un foro da 4,1mm, nelle quali va inserito direttamente il tubo in teflon da 4mm (quello grosso per intenderci)
    – Le gole cosiddette “PTFE-lining”, che nella parte finale hanno un tubicino in teflon molto sottile.
    Mi è chiaro che se si stampa PLA la scelta è obbligata tra la seconda e la terza, ma che differenze ci sono tra le due? Ho letto che in teoria le PTFE-lining dovrebbero permettere una maggior precisione di stampa, ma quanto è vero all’atto pratico? Tu quale consiglieresti su due piedi?
    Grazie
    Simone

    1. Ciao Simone. in realtà cambia profondamente il tipo di nozzle utilizzato. Nelle lining si utilizzano gli MK8 o E3D mentre per quelle che hanno il ptfe che arriva fino a dentro il nozzle devi utilizzare gli MK10. Esperienza personale mi ha portato a concludere che non c’è differenza tra i due, forse un leggero stringing in più per quanto riguarda la soluzione 2 ma molto probabilmente dipende dalla conformazione del nozzle interno. Quanto ad inceppamenti o problemi vari non ho nulla da segnalare, entrambe si equivalgono. A livello di manutenzione è più semplice il secondo caso perchè basta estrarre completamente il teflon e cambiarlo per rendere un hotend praticamente nuovo.

      1. Perfetto, grazie.
        Ho un V6 Volcano con gola “PTFE lining” ed ho avuto un paio di volte problemi di clogging (una per colpa mia, avevo montato la ventola di raffreddamento heatsink troppo in alto). Diciamo che per liberare la gola e sostituire il PTFE interno ho passato un brutto quarto d’ora :-D. Per questo, dato che per il V6 esistono tutti i 3 tipi di gole, penso passerò dal “PTFE lining” alla versione “foro 4,1mm”, pulizia molto più rapida.
        Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *