Close

30 ottobre 2015

Come regolare la distanza piatto – ugello

Una buona stampa parte prima di tutto dal layer iniziale: se esso non viene depositato correttamente, tutta la stampa potrà risentirne se non addirittura venire compromessa totalmente. Come è possibile vedere dalla immagine ci troveremo in 3 casi principalmente:

FirstLayers

  • Ugello troppo distante dal piano ovvero oggetto che non aderisce al piano e conseguente distaccamento del pezzo in fase di stampa. Prestate attenzione quando vengono effettuati i loop e il riempimento solido, dovreste notare che i loop non sono fusi tra loro e che tra le linee del riempimento della base ci sono degli spazi. UNDER SQUISH

under squish

 

  • Distanza perfetta. Ve ne accorgete subito: non c’è eccesso di materiale, il filamento depositato è lineare e non ci sono buchi nel riempimento (alcuni di modeste dimensioni sono ammessi). Stessa cosa vale per i loop/perimetri che dovranno toccarsi. GOOD SQUISH

perfectfirstlayer

  • Ugello troppo vicino: il filamento viene schiacciato letteralmente sul piatto di stampa e o si può notare dall’eccesso di materiale che viene a formarsi mentre viene depositato il filo. Alle volte il gap è talmente ridotto da non permettere una ulteriore uscita di plastica fusa dall’ugello. Questo scatena il
    fenomeno del “Back Pressure” ovvero il filamento crea una contro pressione all’interno della camera di estrusione, andando poi a rendere difficoltosa la stampa. Quando il motorino dell’estrusore inizia a fare TAC TAC e notate che sul piatto di stampa viene depositato troppo filamento o addirittura nulla, verificate subito l’altezza ugello-piano. OVER SQUISH

overextrusion

Per regolare al meglio la stampa continua la lettura nella seconda parte di questo articolo ovvero: Come regolare il valore Z-Offset

Qui sotto un breve video che spiega come settare al meglio il nostro primo layer di stampa

2 Comments on “Come regolare la distanza piatto – ugello

Romeo Virgilio
1 dicembre 2015 a 16:14

Ottimo articolo, complimenti all’editore ed alle dritte che mi ha dato. Gli oggetti li stampavo già con un ottimo squish però adesso che ho capito come funziona sono sicuro e non sbaglierò (spero) più.
Saluti Romeo.

Rispondi
Help3d
1 dicembre 2015 a 16:24

Salve, la ringrazio per i complimenti. Faremo il possibile per pubblicare il maggior numero di contenuti utili. Buona giornata !

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE: dal 14 al 18 Agosto le spedizioni saranno sospese. Rimuovi