fbpx
I professionisti della stampa 3D al tuo servizio

Prusa Slicer 2.1 – Il miglior slicer ?

Prusa 2.1 Released
Play Video

Le novità che attendevamo

Nel nostro video che abbiamo fatto ad Agosto, si è parlato della nuova veste grafica e di tutte le nuove funzionalità introdotte rispetto a Slic3r. Mancavano tuttavia alcune feature decisamente importanti. Nel video ufficiale in inglese le trovate riassunte, qui sotto invece faremo un breve riassunto in Italiano.

Play Video

Finalmente CTRL-Z / UNDO

Una funzione che decisamente non poteva mancare… l’UNDO ! Quante volte ti è capitato di ruotare, tagliare o semplicemente cancellare un oggetto dal piano ? Magari dopo aver applicato supporti manuali e modificatori vari… ecco so già la quantità di parolacce. Ora non dovrai più aver paura di fare tutte le azioni che vuoi in quanto hanno implementato il CTRL-Z “all’infinito”. Piccola chicca: cliccando con il tasto DX del mouse sulla freccia (avanti o indietro) appare la completa cronologia di lavoro. Finalmente. 

Processi di stampa come su Simplify3D

Gli utilizzatori di Simplify3D sanno benissimo che ogni processo di stampa può essere suddiviso in base all’altezza dell’oggetto. Questa funzione è arrivata anche su Prusa Slicer e potrà essere gestita in maniera MOLTO più flessibile rispetto a Simplify 3D. Tutti i parametri dei modificatori saranno disponibili e utilizzabili ANCHE in questa funzione. Inoltre permette di variare la risoluzione di stampa in maniera netta senza affidarsi al “variable layer height”.

Gestione migliorata del profilo materiali

Una cosa che ho sempre odiato di Slic3r e Prusa Slicer è stata l’impossibilità di poter gestire una retraction differente per ogni tipo di materiale. Idem vale per altri settings come il wipe oppure le velocità di retraction. Con la versione 2.1 viene finalmente introdotta questa possibilità !

Altre modifiche

Le 3 importantissime precedenti modifiche sono state poi accompagnate da alcune altre di minor rilievo come:

  • Partial arrangement – Consideriamolo un nesting dei pezzi dinamico. E’ molto comodo nei casi in cui è già stato preparato un nesting accurato dei pezzi sul piano e devono aggiungersene altri. Con questo comando è possibile solo fare l’allineamento dei soli pezzi selezionati e non di tutto il piano.
  • Max scale – Molto semplice… scala un oggetto fino alle dimensioni massime realizzabili dalla stampante.
  • Toolpath export – di dubbia utilità (a mio avviso) ma comunque comodo per chi deve realizzare dei rendering realistici. In sostanza viene esportato un modello 3D di come verrà realmente realizzata la stampa 3D. Vedrete quindi i supporti, l’altezza dei layer e tutto il resto.
  • Faster start-up
  • Faster tree support generation miglirata la generazione dei supporti ad albero per la modalità DLP/RESINA
  • Selective slicing – ora è possibile escludere dallo slicing alcuni oggetti sul piano. Basterà cliccare sul modello 3D con il tasto DX e selezionare “Stampabile” oppure no. Molto comodo

Conclusioni

Lo avevo già detto un mese fa… Simplify3D ha veramente le ore contate se non decide di aggiornarsi con nuove e sensazionali feature (come hanno promesso). Per ora Prusa Slicer resta il MIGLIOR software di slicing attualmente in circolazione, provatelo !

DOWNLOAD: https://www.prusa3d.com/prusaslicer/

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*




JOIN THE DARK SIDE

Iscriviti alla newsletter per ottenere consigli di stampa, news e offerte esclusive

Tranquillo… ci teniamo alla tua privacy e ai tuoi dati. Non verranno ceduti a terzi e saranno utilizzati solo per inviarti materiale utile.

Non ci piace lo  spam